Sabato 9 e Domenica 10 Settembre u.s., presso la Cittadella di Alessandria, nell’ambito dell’evento Sport e Benessere, è andata in onda la prima uscita della proposta Prevenzione oncologica a portata di mano su iniziativa di una delle sottocommissioni della Commissione Salute, voluta dal Governatore Giuseppe Artuffo.

L’idea è nata riflettendo sul fatto che la Repubblica italiana, all'articolo 32, tutela la Salute come fondamentale diritto dell’individuo e interesse della comunità. Analoga attenzione alla salute come diritto fondamentale dell’uomo si trova nella carte costituzionali degli altri paesi europei e della UE.

L’Organizzazione mondiale della Sanità (O.M.S.) ha dato una definizione di Salute: “Stato di benessere fisico, psichico, sociale e non semplice assenza di malattia."

Quindi, il massimo benessere vibrante di felicità, condizione di armonico equilibrio fisico, psichico dell'individuo dinamicamente integrato nel suo ambiente naturale e sociale.

Per garantire questo diritto uno strumento senz’altro efficace è la Prevenzione, che è azione diretta a impedire il verificarsi o il diffondersi di fatti non desiderati o dannosi.

Sempre l’O.M.S. ha lanciato recentemente un monito alla comunità politica e scientifica: il cancro sta diventanto la prima causa di morte nei paesi occidentali  scalzando il triste primato alle malattie cardiovascolari. Ecco quindi la necessità sempre più  pressante di mettere in atto comportamenti virtuosi per evitare la comparsa del cancro, per diagnosticarlo in fase assolutamente precoce, per curarlo nel modo migliore secondo le indicazioni della scienza.

La ricerca ha molta strada da percorrere ma molta strada è stata fatta, consentendo di acquisire informazioni utili e affidabili da declinare nella vita quotidiana di ciascuno di noi e delle nostre comunità. La sottocommissione ha scelto come titolo programmatico Prevenzione oncologica a portata di mano proprio per sottolineare l’imprescindibilità dell’impegno personale da portare nelle nostre comunità per rendere più efficace l’azione e il raggiungimento dell’obiettivo.

Gli stili di vita virtuosi possono ridurre del 30% il rischio di cancro; gli altri responsabili sono l’ambiente e la genetica. Su due di queste tre cause si può intervenire in modo attivo, quindi è nelle nostre mani la possibilità di prevenire la maggior parte dei big killers. A partire da queste considerazioni, in occasione dell’evento Sport e Benessere, ci è sembrato utile passare dalla fase propositiva alla fase più operativa, rispondendo all’invito di Italy Events di “esserci”.

E’ stato allestito uno stand con l’aiuto prezioso della CRI di Alessandria che ha messo a disposizione un’ambulanza e un ambulatorio mobile. Tre amiche hanno abbellito con fiori, frutti, prodotti della terra, fiocchi gialli e blu, palloncini lo spazio espositivo. Sono stati preparati cartelloni colorati per ciascun Progetto della Commissione Salute e sono state confezionate delle brochure “a carciofo” costituite da:

  • un opuscolo con i consigli per un corretto stile di vita a tavola che accoglie come un sandwich il codice europeo contro il cancro (12 consigli),
  • come prevenire il melanoma,
  • cos’è il Radon che sta nei nostri edifici e come imparare a conviverci,
  • l’elenco dei panettieri della provincia di Alessandria che aderiscono alla proposta di ridurre del 5% la percentuale di sale nel pane di tutti i giorni,
  • l’invito alla vaccinazione anti HPV;
  • infine l’invito a sostenere la vaccinazione antipolio nel mondo.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Questo ricco concentrato di “piccoli gesti a portata di mano” veniva offerto alle tante persone che hanno visitato la Cittadella dai soci che si sono alternati fra sabato e domenica: il Presidente Rinaldo Firpo (Novi Ligure), Maria Grazia Pacquola (Gavi Libarna), Francesco Simonetti (Genova), Elisabetta Fratelli Franchiolo (Acqui Terme), Ferrante Marenco (Asti) della Commissione Salute; Andrea Romanello e Francesco Mignone (Gavi Libarna), Giorgio Borsino e il dr Gentile (Acqui T.), Giuseppe Vallerino (Genova), Franco Montefiore (Novi Ligure), Dr. Sartirana (Ovada), Antonietta Mignone (Innerwheel), i ragazzi dell’Interact RC Gavi Libarna guidati dal loro Presidente Alberto Repetti, il Rotaract Gavi Libarna con il Presidente Virginia Ferrarese, amici psicologi e nutrizionisti.

Lo stand ha ricevuto la visita del Governatore in carica Beppe Artuffo, del past Governor Tiziana Lazzari, del governatore eletto Ines Guatelli.

E non è finita: è stato possibile aiutare chi lo desiderava nella compilazione di un questionario sulla propria situazione metabolica attraverso la valutazione di peso, altezza, giro vita, giro fianchi, diabete, ipercolesterolemia, pressione arteriosa, familiarità…..

Il Distretto Rotary 2032 ha sentito come irrinunciabile predisporre la sua presenza in prima linea per contribuire a “fare la differenza” nel garantire un diritto fondamentale per la persona e per la comunità. La Commissione Salute appena nata si è messa in cammino insieme al suo infaticabile presidente Rinaldo Firpo con entusiasmo e coraggio.

Grazie a tutti per l’aiuto attivo, per l’incoraggiamento…ad maiora!!

 

Di seguito potete prelevare alcuni documenti di supporto con riferimento al melanoma... perchè un'occhio alla pelle è un occhio alla vita!

Un sincero ringraziamento al PDG Tiziana Lazzari per la condivisione delle preziose informazioni.

 

Un'occhio alla pelle...un occhio alla vita!

Autoesame della pelle