Giovedì 16/2/18, il Presidente del Genova Nord-Ovest, Federica Oliva, ha dato spazio a Tiziana Lazzari PDG e Gabriele Vallerino, membri della commissione salute del Distretto 2032, creata dall’attuale Governatore Giuseppe Artuffo, per parlare dei service di cui sono responsabili rispettivamente “Melanoma, un occhio alla pelle uno alla vita” e “Stop-HPV”.

Per il Melanoma ha relazionato la DG Tiziana Lazzari.

Per l’HPV si è ricordato come questa campagna sia iniziata nel 2014 sotto la spinta del Presidente internazionale Huang dei Governatori dei distretti italiani coordinati dall’amico rotariano di Roma Niccolò di Raimondo e della ministra della Sanità Beatrice Lorenzin, di cui Niccolò fa parte dello staff. Ravi Ravindran, Presidente Internazionale seguente, ha confermato, in accordo con i Governatori italiani, questo service.

Attualmente “Stop HPV” è service del nostro distretto 2032 e di alcuni altri distretti italiani.

Il titolo della relazione “Ieri end-polio now, oggi Stop-Hpv” è stato presentato su una slide con il logo del Rotary Treviglio per ricordare da dove ha preso inizio la campagna per debellare la polio dando risultati impensabili e conferendo al Rotary International una rinomanza eccezionale.

Purtroppo quanto ottenuto dalla campagna end-polio non potrà mai avvenire per l’HPV.

Infatti vi sono circa 100 HPV, di cui 50 oncogeni, a differenza dei due della polio, e soprattutto per il fatto che l’80% della popolazione, sessualmente attiva è venuta in contatto con il virus.

E’ stato altresì dimostrato che il 98% dei tumori del collo uterino è HPV correlato, come è stato dimostrato che dall’introduzione del Vaccino contro l’HPV nel 2006 negli USA è stato possibile dimezzare il numero di infettati da HPV per cui, come conseguenza, vi è la ragionevole aspettativa che anche il numero dei tumori cervicali si dovrebbe dimezzare.

Il vaccino HPV si è evoluto ed è passato da una iniziale copertura di due virus (16-18) a quattro ed infine a ben 9.

La proposta vaccinale, inizialmente rivolta gratuitamente alle bambine 12enni, ed in genere alla popolazione femminile, con ticket, è ora offerta alla popolazione maschile, gratuita ai 12enni e a ticket per le altre età.

L’estensione alla popolazione maschile è stata giustamente estesa ai maschi in quanto questi sono serbatoi di infezione, ma anche perché è stata dimostrata la correlazione tra HPV e altri tumori come del cavo orofaringeo, ano, pene vulva e vagina e non solo cervice come si era prospettato all’inizio. Pertanto con tale vaccinazione si può proteggere anche particolari popolazioni a rischio come gli omosessuali maschi ed infine si abolisce una discriminazione di genere con tale preclusione.

Ovviamente la prevenzione dei suddetti tumori non può prescindere dalle campagne di screening attraverso il PAP-TEST o l’HPVDNA-test (un esame che permette di individuare la presenza del virus sui secreti vaginali) ed una consapevole igiene sessuale.

Nello screening con il Pap-Test fornito da ASL 3 Liguria a Genova nel 2017 è stato possibile, su un campione di oltre 20000 donne, individuare e stoppare oltre 300 pazienti che sarebbero andate incontro al tumore e, purtroppo, 7 con cancro invasivo per le quali saranno necessari i prossimi dieci anni per sapere se saremo riusciti a salvarle; donne, compagne, mamme maledettamente giovani per morire!

I Rotariani per queste motivazioni sono impegnati a fare formazione , informazione promuovendo quanto possibile a questa campagna.

Da sempre infatti siamo impegnati a promuovere la salute, non tanto perché nel Rotary International il numero dei medici è elevato, ma perché scritto nelle 6 vie di azione del Rotary, tra le quali è indicata anche la salute ed il benessere materno-infantile che non può non vedermi schierato come Ostetrico Ginecologo.

Prof. Gabriele Vallerino.

 

Di seguito potete prelevare la presentazione del Prof. Gabriele Vallerino per la campagna di prevenzione HPV.

Presentazione Prof. Vallerino Genova NW - [PDF]